Il monopattino elettrico è composto da un telaio a volte rigido ed a volte con sospensioni, che solitamente ospita le batterie al suo interno.

E’ spinto da un motore elettrico che si distingue in due categorie:

Motore Brushed, con spazzole di contatto (sono i più diffusi ed economici)

Motore Brushless non montano spazzole di contatto (sono più costosi e più performanti).

Monopattino elettrico

       

I motori possono essere di diverse potenze che vanno da 100 Watt fino ad oltre 2000 Watt.

Sono alimentati da batterie che possono essere al piombo (economiche e pesanti) o a litio (costose e leggere)

Queste batterie possono essere da 24 Volt fino a 60 Volt, in base al motore abbinato.

Il tutto è gestito da una centralina di controllo collegata al comando dell’acceleratore.

Alcuni dispongono di chiavi di accensione e kit luci ed hanno un indicatore sul manubrio che indica la carica della batteria.

Sono muniti di caricabatterie per ricaricare la batteria una volta scarica e sono di diversi Voltaggi, a seconda delle batterie montate.

I tempi di ricarica sono di circa 3/4 ore.

L’autonomia di un monopattino è relativa al tipo di batterie che portano, al peso del conducente ed al tipo di strada effettuata (salita, pianura).

Possiamo dire indicativamente che un monopattino con batterie al piombo effettua circa 30 Km di percorrenza con piena carica,mentre quelle a litio circa 50 Km.

A seconda della potenza del motore raggiungono diverse velocità, i più potenti arrivano fino a 60Km/h.

monopattino particolare    Monopattino dettaglio